martedì 7 febbraio 2012

Cicogna o sotto un cavolo?? ecco com’è nato il mio!

cicogna
Bisognerebbe dire subito alle bambine da dove nascono i bambini, per non illuderle… Rosa rossasarebbe troppo facile se lo portasse la cicogna direttamente a casa bello e pronto!!! a parte  che quelle di oggi sanno più di noi su sesso e co…!!!
Sono passati quasi 20 mesi e ovviamente i ricordi non sono così vivi come il giorno dopo…però oggi voglio raccontarvi come ho perso 7 kg in poche ore! E non è un programma di dimagrimento, un’operazione chirurgica o la nuova dieta magica: è la nascita di un nuovo essere umano, MIO FIGLIO!
La prima cosa da chiarire è il tipo di parto: naturale, ebbene sì, è uscito da là sotto, incredibile ma vero, 3.900kg e una testina grossa come un melone? un melone piccolo..bo non mi ricordo…una testa come quella di un bambolotto..eh sì..oh come cavolo ci è passata di là sotto??? Mi stupisco ancora…e non solo la testa ma anche le spalle e tutto il resto! Me l’aveva detto il ginecologo che ce l’avevo molto elasticaPollice in su ma non pensavo così tanto!!
Il giorno prima del parto avevo l'appuntamento per fare il tracciato sicchè andai all'ospedale e mi misero i rilevatori sulla pancia e sentivo questo battito fortissimo, ero super emozionata! c'era qualche contrazione ogni tanto ma erano molto rare così mi dissero che mancava qualche giorno...Pollice in su Il pomeriggio poi mi parve di vedere il famoso "tappo" Bicchiere di Martiniche avevo letto in libri e riviste così chiamai subito il dottoreChiamami per sapere cosa fare e mi disse di stare tranquilla e andare entro sera a farmi fare un altro tracciato... Così prima di cena tornai all'ospedale (avevo scelto di partorire a 20km da casa...) dove mi fecero un nuovo tracciato e il dottore mi disse che c'era qualche contrazione ma che potevo andare a casa tranquilla perchè tanto non era ancora il momentoTartaruga..nel frattempo però cambiò turno di dottore e il 2° mi chiese dove abitavo e allora mi disse di andare a cena lì vicino vedere se le contrazioni aumentavano e in caso tornare all'ospedale...Così feci, ma dopo cena Piatto  non mi sembrava che fossero aumentate queste contrazioni e andammo a casa..Mezz'ora dopo che ero a casa e mi ero infilata a lettoPerplesso sentii la pancia che iniziò a muoversi e sentii un gran casino dentro!Era il bimbo che faceva le arti marziali!Ninja Lo dissi al marito e mi rispose di stare tranquilla.. allora cominciai a segnarmi su un foglietto ogni quanto mi venivano le contrazioni..Orologio e dopo poco mi accorsi che si erano avvicinate parecchio e iniziai a emozio-preoccuparmi..Svegliai il maritoPugno per dirglielo ma non mi credeva mica tanto (oppure fingeva di essere tranquillissimo) però decidemmo di alzarci e vestirci. Mi misi seduta sul letto per alzarmi e SPLASH! Nube temporalescaAllora esclamai: "mi son fatta la pipì addosso! Anzi no mi si sono rotte le acque!!!" Ci vestimmo super in fretta e andammo di corsa di nuovo all'ospedale! AutoChe ridere, ero contenta emozionata e non troppo preoccupata..nel frattempo chiamai i miei e i suoceri per avvertirli e lì ci sarebbe un’altra storia da raccontare…la loro!!!!Scuolabus
Arrivati di nuovo all'ospedale mi visitarono e mi misero in camera dicendomi che prima dell'indomani non avrei partorito..e mandarono via mio marito!!! "ma come?? lo mandate via? e io come faccio??" così rimasi sola nella camera insieme a un'altra donna nella mia stessa identica situazione... Dentro di me pensai: "certo se le contrazioni sono queste, io per ora non sento mica dolore...ma??" Flirt femmina. L’avessi mai detto!Non feci in tempo a sdraiarmi per cercare di dormire che iniziarono i veri dolori!!!Nauseato Mamma mia, duravano poco e venivano ogni tanto per fortuna ma in quell'istante non sapevo dove sbattere la testa..Alieno L'altra donna piangeva poverina, io invece ero coraggiosa e ispiravo come mi avevano detto al corso...così ho passato la notte e alle 7 del mattino ero pronta per partorire e mi portarono giù in sala parto, con mio marito... Non l'ho voluta l'epidurale anche perchè quando mi hanno chiesto se la volevo ormai ero già bella dilatata.. tutte a farmi i complimenti.. In sala parto c'era mio marito a stringermi la mano...sudavo, ero stanca, avevo sonno perchè non avevo dormito nulla...non ricordo molto, solo che quando dovevo spingere ero sdraiata sul lettino e cercavo di chiudere le gambe (non chiedetemi perchè) e allora c’erano infermieri a tenermele aperte! la sensazione era strana, come se mi scappasse la cacca, ma una ENORME! Con la lingua fuori Mi sentivo esausta, mi sembrava di non farcela! Ma con qualche spinta di quelle vere è uscito il piccoletto di 3.9kg!!!! è stato bellissimo! A bocca apertadopo mi ero già dimenticata tutto e non vedevo altro che lui..bello coi capelli ritti e quel faccino perfetto e per niente sofferente Cuore rosso.. la prima domanda che ho fatto è “sta bene?c’ha tutto? e il pisellino???” chissà perchè…
E quando poi finalmente me l’hanno dato in braccio e l’ho attaccato subito per far venire il latte è stato bellissimo! Indimenticabile!
Il pomeriggio dopo una bella dormita stavo già bene anche in piedi! Una cosa che ricordo benissimo è che il cibo faceva schifo e io avevo una fame da lupi!Angelo
Mi ci è voluto un pò per realizzare che ero diventata MAMMA…ma è l’esperienza più bella che ho fatto in vita mia!
Qualche tempo dopo andai a dare un esame difficile, di quelli che proprio ci vuole culo a passare subito, e fuori dall’aula sentii una ragazza che diceva: “certo che quest’esame è peggio di un parto!!” chissà se quando partorirà penserà ancora così Manda un bacio

4 commenti:

  1. che bello il tuo racconto. Mi è piaciuto tanto perché sei stata onesta e hai raccontato tutto con estrema naturalità. Ora me lo salvo e me lo rileggo quando sarò vicina al mio... intanto grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di nulla! te stai tranquilla per il parto, è una cosa bellissima.. li per li un pò dolorosa lo ammetto, ma tutto passa subito! basta essere coraggiose e respirare e SPINGERE!! ;) e ti assicuro che appena stringi tra le braccia il piccolo sarai la donna più felice del mondo!

      Elimina
  2. Che racconto bellissimo ed emozionante!!
    Per me il mio è stato una cosa meravigliosa idilliaca e dolcissima.
    Ancora mi commuovo con il mio compagno quando ci penso, mamma mia quanto piangemmo...non riuscivamo a dire niente, ci guardavamo e piangevamo...bellissimo, la sensazione più bella che abbiamo mai provato e ci ha uniti tantissimo.
    Un abbraccio a tutte.

    RispondiElimina
  3. Per una quasi mamma come me, questi racconti, a due mesi dal D-day, sono preziosi... Grassie!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento! Risponderò al più presto!
Grazie, Mamma Cì