mercoledì 16 maggio 2012

Sei mamma abbastanza?


Stamani su internet, dopo aver studiato state tranquille (è pure venuto un mio amico a darmi una mano, oggi faccio tutte le mie verifiche e domani vado a ricevimento!!), ho visto sulla Repubblica questo articolo "Sei mamma abbastanza? E' la domanda che il Time Magazine pone ai lettori con una foto in copertina che sta facendo discutere: una mamma che allatta un bimbo di tre anni. L'argomento è l' attaccamento genitoriale eccessivo, attachment parenting in inglese: allattare i figli oltre i tre anni e dormire insieme a loro. Jamie Lynne Grumet, la donna apparsa sulla copertina con il figlio, non è una modella ma una  madre che sottoscrive la teoria ideata dal pediatra e 'guru' William Sears"


Quindi lo voglio chiedere a VOI: fino a quanti anni è giusto allattare i  propri bambini?
E so che qui vi dividerete tra chi sostiene che vanno allattati solo il primo anno e chi dice fino alla maturità a che ce n'è o lo vuole....

Ora, io ho allattato fino a circa 5 mesi perchè mi veniva poco latte e Dede era un mangione e non gli bastava più, quindi ho dovuto dargli il latte artificiale e poi le pappe e di lì ha iniziato a dormire tutta la notte! (pancia piena cuore felice)

Volete sapere cosa penso io? ve lo dico ma non voglio offendere nessuno e criticare nessuno quindi non mi mandate a quel paese... è solo il mio pensiero: io faccio parte di quelle che pensa che bisogna allattare solo nel primo anno di vita del bambino...secondo me vedere un bimbo di 3 anni o anche 4 (e ci sono ve lo assicuro!) non è bellissimo...insomma guardate quella foto in copertina del Time: è GRANDE quel bambino! è altissimo, va alla materna, parla bene, gioca da solo, è autonomo...comincia anche a guardare le bimbe più carine.. e si attacca alla tetta??? che poi tutti gli alimenti le vitamine e quello necessario per la crescita ormai lo prende dal cibo! Dovete dirmi PERCHE' bisognerebbe dargli la tetta..almeno capisco..cosa c'è nella tetta a 3 anni che gli fa bene? Nel primo anno di vita, magari anche un pochino di più se il bimbo non mangia nulla, ci sono tutti i nutrienti e gli anticorpi della mamma...ma dopo, quando il bimbo pesa dai 15 kg in su e si mangia anche un etto di pasta al ragù, cosa c'è nel latte materno??? Che poi non ti entra nemmeno più in braccio come quando era piccolo e lo devi allattare in piedi...

Non so se sia attaccamento genitoriale eccessivo come dice il time...dipenderà da persona a persona immagino...lì poi parla anche del dormire insieme ma quello secondo me è un altro argomento..

Lascio la parola a voi mamme...
DITE LA VOSTRA...sia favorevole che contraria... così che sia chiaro come mai si e come mai no..

sono cuirosa di leggere le vostre opinioni.... :)

26 commenti:

  1. Io ho allattato fino al terzo mese circa perchè poi mi è andata via il latte. Ma se non mi fosse accaduto non sarei comunque arrivata oltre il sesto mese! Per me è stata una tortura, una scomodità e un ansia tutte le volte. L'allattamento l'ho vissuto malissimo e poi mi sono pure dovuta sorbire un sacco di ramanzine con annessi sensi di colpa. Adesso a freddo dico che ognuna è libera di fare quello che vuole ma oltre l'anno è decisamente troppo! E le sostanze nutritive importanti di cui tutti parlano le assimilano i primi due mesi.
    Adesso datemi pure addosso... Non per questo penso di essere una cattiva madre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sei affatto una cattiva madre per questo! Se il latte ti è andato via che colpa hai??? ;) gli avrai dato qualcos altro da mangiare... :)

      Elimina
  2. ma io non vorrei allattare oltre i 5-6 mesi. E pazienza se mi dicono che sono una cattiva madre... vorrà dire che dovrò ridurre la cerchia di persone che stimo visto che mi giudica solo da questo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ti diranno che sei una cattiva madre per questo..anche io ho allattato fino a 5 mesi e non mi sembra di essere una cattiva madre!!! anzi..tutti mi fanno i complimenti per come sono stata brava a crescere Dede....

      Elimina
  3. Io ho allattato il primo bimbo fino a 5 mesi ma con l'aggiunta e la seconda fino a 6 mesi sempre con aggiunta di latte artificiale perchè loro erano grandi e io non ne avevo abbastanza. con il rpimo sono andata al lavoro molto presto per cui è stata un'esigenza con la seconda avrei voluto continuare un po' di più anche fino all'anno, ma ad un certo punto vedevo che quello artificiale aumentava sempre più e che lei piangeva quando l'avvicinavo a me e con grande dispiacere devo dire che ha deciso lei..... comunque credo che allattare sia un'esperienza stupenda , gratificante per la madre e necessaria per il bambino, ma non so dire cosa sia giusto, credo che sia un giusto per ogni madre e per ogni bambino. alle mie amiche dico sempre: meglio una mamma serena e un biberon in mano, che una tetta con la madre sclerata"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero...una mamma deve allattare quando può, quando ha latte, quando è in salute e ha tante forze...allattare ti porta via tante energie...
      e anche secondo me allattare è stupendo, è un'esperienza che auguro a tutte le donne....

      Elimina
  4. Io non credo che le mamme che non allattano al seno i propri bambini o li allattano per poco tempo siano CATTIVE madri. Sono solo madri che per esigenza o per scelta hanno preso una decisione. Forse sono di parte ma questa è la mia esperienza. Non ho potuto allattare il primo figlio perchè appena nato ha avuto un problema è stato in ospedale per un po' di tempo e io dallo stress ho perso il latte dopo soli 3 giorni dall'arrivo della montata. Ho avuto mille sensi di colpa. Col secondo figlio ero felicissima di poterlo allattare anche per rifarmi della prima esperienza negativa. Beh dopo 20 giorni dalla nascita ho smesso perchè per l'allattamento è stato devastante fisicamente e psicologicamente. L'ho fatto contro il parere di tutti, NON mi sono sentita in colpa neanche per un minuto, ho cercato la mia strada per instaurare con il mio piccolo il legame necessario.....LO RIFAREI!!!! Penso che ogni madre debba fare quello che sente, ma credo anche che allattare a OLTRANZA sia un po' ridicolo?, patetico? .... non so trovare il termine giusto, so di certo che non è necessario per il bene del bambino. Gli esperti dicono che nel mondo animale l'essere umano è l'unico che allatta i piccoli per tanto tempo. Io credo che questo serva più alla madre che al bambino che sia un attaccamento emotivo e fisico....... un problema di distacco. Io non sono un'esperta e ovviamente questo è solo il mio parere. Simona

    RispondiElimina
  5. grazie per il tuo commento e per il tuo racconto..
    ancora nessuna mamma che allatta over 1anno è passata di qui a commentare... attendiamo con ansia una loro spiegazione.... :)

    RispondiElimina
  6. io penso che sia una scelta talmente personale...
    non è giusto criticare chi non allatta, come non è giusto criticare chi, come me, ha allattato fino ai tre anni della mia bimba.
    non l'ho fatto in pubblico per una mia forma di pudore, ma anche questa è stata una mia libera scelta.
    era una coccola prima della nanna e non si è creata alcuna dipendenza se non quella naturale di un bimbo nei confronti della propria mamma. avevo tanto latte, non mi creava problemi particolari e la mia bimba era perfettamente felice mentre l'allattavo.
    ho smesso perché sono rimasta incinta e all'improvviso mi facevo tanto male. ho scelto, liberamente, di smettere.
    è stata la mia esperienza personale e non credo che i bimbi allattati artificialmente avranno qualsivoglia tipo di problema, come non credo affatto di aver causato alcun danno alla mia bimba. per quanto riguarda il sacrificio personale, è stato ripagato dal piacere di qualcosa che ho vissuto con serenità e gioia e dal faccino felice e soddisfatto della mia bimba, che a me, a tre anni, in quei momenti sembrava ancora solo il mio bellissimo cucciolo... Ripeto, ogni mamma ha la sua storia personale e le sue motivazioni personalissime per farlo o non farlo e ciò che va bene per una non può essere legge per un'altra. non è una discriminante per essere una buona mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta che tu abbia scritto raccontando la tua esperienza! grazie :)
      qui non vogliamo discriminare nè chi non allatta nè chi allatta a lungo...ognuna fa le sue scelte... :)

      Elimina
  7. Ciao, sono dispiaciuta nel leggere storie di allattamento doloroso, o di sensazioni spiacevoli circa il giudizio altrui per la scelta di smettere e anche un po' nel constatare che si cerca di dividere il mondo delle mamme, per questo ho deciso di commentare.

    Personalmente ho allattato circa tre anni, età fisiologica in cui in genere i bimbi smettono spontaneamente. In aggiunta a cosa ha scritto Fi, che condivido in toto, vorrei sottolineare che l'errore di fondo è nel cercare uniformità nei comportamenti: noi siamo esseri umani, nasciamo e cresciamo diversamente, abbiamo alle spalle percorsi diversi e lungo la strada cambiamo continuamente (idee, modi di sentire, contesto), per cui ogni caso è a se'. Persino una mamma con più bimbi ha comportamenti diversi con ogni figlio, cambia lei e ognuno di loro sarà differente.
    La cosa veramente importante è che ogni mamma sa perfettamente cosa sia giusto per suo figlio, e ogni mamma dovrebbe poter scegliere di fare quel che sente.

    Il giudizio degli altri per voi che avete non allattato, o smesso presto, è stato pesante? E' fastidioso anche per noi che invece abbiamo scelto di seguire l'istinto e continuare finchè ci andava o riuscivamo! :) Quindi? tra mamme smettiamola di giudicarci, siamo alleate e non ostili. Non è una gara di "mammità", ognuna faccia e senta quel che crede, serenamente, basta essere consapevoli e in equilibrio.

    Qualche appunto: il bimbo sembra alto perchè è su una sedia, la mamma sarà anche minuta, non ho mai visto nessuno allattare in piedi e poi l'allattamento è un momento intimo.
    A 3 anni, poi, i bimbi non guardano le bambine, a meno che qualcuno abbia insegnato loro a farlo con malizia, e per fortuna, visto che l'adolescenza arriva sempre prima.
    Nelle tue parole, se mi permetti un appunto, c'è un lapsus che esprime forse il tuo giudizio: l'attachment parenting è un approccio educativo con solide basi (te lo dico anche in base ai miei studi) che non si traduce con "attaccamento eccessivo", ma attaccamento parentale - che però non spiega bene il concetto, sarebbe più corretto "attacamento naturale" -. :) E non si limita a suggerire di allattare finchè mamma e bimbo sentono sia giusto per loro, ma investe a tutto campo l'approccio caregiver - bambino indicando di seguire sempre l'istinto e trovare un equilibrio virtuoso e rispettoso che soddisfi le esigenze di tutti, in ottica di fare scelte naturali che portino serenità in famiglia.

    Proprio stamattina un caro amico mi ha scritto per dirmi che è nata sua figlia, ho concluso la risposta dicendogli di non accettare consigli e fidarsi sempre e solo del loro istinto di genitori :)

    ciao!

    RispondiElimina
  8. ciao! grazie mille del tuo commento! sono contenta che tu e Fi ci abbiate raccontato la vostra esperienza..io ho scritto questo post riportando l'articolo di repubblica SOLO per avere tutte le opinioni delle mamme, per sapere le loro esperienze e per poterci confrontare.. e a quanto pare ci sono riuscita :)
    io ho detto che il bimbo è alto e grande perchè non mi ci vedrei proprio ad allattare il mio che ha 23 mesi, mi farebbe troppo strano, con tutti quei denti :) poi conoscendolo com'è mangione mi divorerebbe :) magari se avessi allattato finora avrei un altro pensiero e mi verrebbe naturale..secondo me è tutta li la differenza.. sono sicura che deve essere un momento dolce come quando fai le coccole...
    ah e una volta al mare la signora nell'ombrellone accanto era seduta sulla sdraia che leggeva il giornale mentre il bimbo di circa 3 anni faceva un castello di sabbia quando si è alzato, si è avvicinato a lei e le ha tirato giù il costume e si è messo a ciucciare! (in piedi appunto) ecco io sono rimasta un pò perplessa da questa scena, mi ha fatto così strano perchè io avevo il bimbo di 2 mesi e lo allattavo..e quello che mi sembrava così grande non pensavo puppasse ancora...
    per la storia dell'attachment parenting non ne so nulla in questo campo quindi non posso esprimere giudizi... io studio formule e numeri... :)
    Ognuno deve fare quello che crede meglio per sè e per il bimbo... sennò l'istinto materno a che serve???
    grazie ancora per la tua partecipazione...
    spero di risentirvi presto!
    ciao ciao

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. già quasi omonime :)
      penso anche io che la chiave sia l'esperienza personale, perchè nemmeno io avrei detto di continuare 3 anni quando ho iniziato e soprattutto quando abbiamo avuto il mughetto (che male ;( e al centro allattamento non è che mi abbiano granchè aiutata ho dovuto trovare una mamma esperta per capire che era e che fare, anche questo secondo me gioca contro perchè molti problemi all'inizio minano il buon esito della partenza dell'allattamento) e i primi denti li ho sentiti eccome! (a 4 mesi suoi però, dopo abbiamo fatto un discorsetto: mamma non è un anello da dentizione :) patti chiari allattamento sereno e momento bello per tutte e due). :)
      Sì, ascoltarsi e avere fiducia in se' stesse è fondamentale.

      A presto

      Elimina
    2. Mi colpisce che non si conosca l'AC, qui c'è un post di una mamma blogger molto brava a riassumerlo. http://acasaconlamamma.wordpress.com/2011/11/04/attachment-parenting/ :) per cultura vedrete che non è assolutamente "solo allattamento prolungato". ciao!

      Elimina
  10. Io ho allattato otto mesi. A quattro volevo smettere, perchè thiago non dormiva, il mio latte era sufficiente per la crescita, ma si svegliava di continuo e io volevo passare all'artificiale nella speranza che dormisse tutta la notte.
    Lui non me l'ha permesso. Nel senso che rifiutava il bibe, cercava disperato la tetta e io ho ceduto.
    ora T ha 8 mesi e ha deciso lui di smettere.
    E un pò mi è dispiaciuto, ma questo, secondo me, è un piccolo passo verso l'indipendenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si chiama thiago il tuo bambino?!? che nome originale! :) e vedrai che ora comincerà a dormire di più..si spera ;)

      Elimina
  11. Ha iniziato a dormire.
    tutti mi dicevano che smettendo con l'allattamento avrebbe iniziato a dormire, io non ci credevo.
    E' andata così.
    Coincidenza?
    boh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è una coincidenza! te l'avevo detto! quando hanno la panza piena dormono felici!!! :)

      Elimina
    2. anche con il LM hanno la pancia piena e dormono felici. il LA però è meno digeribile, l'effetto è lo stesso che per un adulto una cena pesante, sonnolenxa per la digestione impegnativa e poi si crolla distrutti.

      Elimina
    3. sì appunto, il latte materno lo digeriscono prima...poi magari il mio non era abbastanza...pensa che l'ultimo mese che gliel'ho dato mi mordeva e sembrava insoddisfatto..e appena gli ho fatto provare il biberon è stato amore a prima vista e la tetta non l'ha più cercata...vuol dire che non ne avevo più tanto...

      Elimina
    4. Io non sono una "esperta" (non una consulente per l'allattamento, non una ostetrica che ha fatto corsi specifici sull'allattamento, ma siccome ho avuto dei problemi e molti dubbi ho studiato e chiesto informazioni e per quello che ho letto su testi scientifici e per mia esperienza ti posso dire che in realtà il meccanismo di allattamento è un perfetto esempio di offerta che si tara sulla domanda, altrimenti ci saremmo estinti: il LA esiste da poche decine di anni. A volte siamo disinformate, molti operatori che non hanno una preparazione specifica lo sono, spesso poi le multinazionali ci spingono a comprare prodotti per l'infanzia anche quando non servono e ci mettono in testa di non esser capaci di farne senza. Poi ogni caso è a se', ma mi sembrava doveroso in questo scambio affermare che un bimbo allattato dorme bene, se no passa il messeggio che smettere di allattare è panacea delle notti insonni e ci sono centinaia di mamme pronte a testimoniare che non è così. :)
      ciao

      Elimina
    5. hai perfettamente ragione! qualcuna potrebbe interpretare male quello che abbiamo scritto... non intendevo certo dire quello...ogni caso è a se...quindi sempre meglio sentire il pediatra! ;) così ci leviamo tutte le responsabilità....

      Elimina
  12. Si thiago, è un nome brasiliano! E' il corrispondente di giacomo.

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento! Risponderò al più presto!
Grazie, Mamma Cì