lunedì 29 ottobre 2012

Anche le mamme esauriscono…

Venerdì e sabato ero esaurita..

Batterie scariche, pazienza finita, stato d’animo ko…

Ci saranno anche le mamme perfette, sempre sorridenti, con la casa in ordine, la cena pronta, la torta in forno, il profumo di buono, il bambino perfetto che gioca da sè, pulito e obbediente, che non piange mai ecc ecc..

ecco, io non sono una di quelle…
Anche le mamme sclerano, anche se non lo dicono…

L’importante è non essere sempre sclerate…
Se ogni tanto arrivi a un certo punto che non ce la fai più e non sopporti più nessuno ci può stare…
Se a voi non capita mai, ditemi il segreto..
Perchè io poi sono una che di pazienza ne ha tanta.. o forse no… mmm dipende dai punti di vista..
Ma Dede cresce e diventa sempre più ribelle, e ha solo 2 anni… quando gli dico di non fare una cosa lui ci prova lo stesso e se io gli dico “NO” lui mi dice “SI SI SI!”.. quando si impunta e mi fa queste birbate mi mette alla prova… e guarda che non è facile restare calmi dopo un’oretta di bizze e capricci e dispetti… se poi ci aggiungi che magari sei stanca, che vorresti essere altrove, che sei sola, che hai da fare mille cose e non arrivi… e poi non sai mai qual è il giusto metodo di affrontarlo: urlare? metterlo in punizione? parlargli lentamente e spiegargli le cose? ignorarlo? arrendersi e fare quello che vuole lui? dargliele vinte?

Ogni tanto quando ho tanta pazienza riesco a farlo ragionare, e allora lui da solo dice “non si fa così eh, non si fa.. io non lo faccio più..” e poi magari  mette pure tutto in ordine.. altre si mette solo a piangere e vuole il ciuccio… altre lo metto nel suo lettino e allora dopo ragiona e dice che non lo fa più…(dovrei metterlo in un angolino lo so, ma almeno dal lettino non può uscire).. altre prova ad alzare le mani per picchiarmi! (????) e lì si che è dura…DSCN0169
(bizza di quest’estate al mare…)
Insomma è sempre una sfida… e se ora ha 2 anni come sarà quando ne avrà 5?
Comunque è un bambino bravo, non posso lamentarmi. Infatti nessuno mi crede quando dico che ogni tanto mi fa ammattire… ma in giro si comporta bene, e se giochi con lui è bravissimo.. basta che lui non si annoi e allora tutto va bene.. per forza, è un bambino! Mica un soprammobile…
Comunque non era solo per lui che ero esaurita… lui mi aveva portato allo sfinimento ma alla base c’erano altre cose (tipo lo studio, i progetti, i miei progetti, i miei programmi, il peso delle cose, il marito che ogni tanto non ci capiamo, i pensieri, le preoccupazioni…ecc ecc..)
Poi però mi sono ripresa… sabato pomeriggio dopo pranzo ho dormito fino alle 4.30 insieme a Dede e mi sono svegliata mezza rintontita.. poi una bella doccia ed ero quasi come nuova… la sera seratina con gli amici (senza il piccoletto) e siamo andati al cinema allo spettacolo dell’1 di notte per vedere Ted! un filmetto assurdo ma che faceva tanto ridere… non mi sono addormentata…
E poi niente mi sono svegliata la domenica che era inverno!!! E siamo stati tutto il giorno davanti alla stufa…e per fortuna mi era passato tutto…
E voi siete perfette o anche voi avete le giornate no dove l’ultima goccia fa traboccare il vaso?

Consigli:
  • prendere tempo per noi stesse
  • prendere tempo per la coppia
  • contare fino a 10 prima di sclerare…
  • ogni tanto fare niente…semplicemente rilassarsi..
  • e voi? che consigli aggiungete??

25 commenti:

  1. Non sono mamma e non posso lasciarti consigli, però so che l'anno fra i 2 e i 3 è il più difficile per genitori e bimbi. I bambini cercano di crescere e per farlo devono scoprire i loro limiti. Facendo ciò "devono" sfidare mamma e papà per sapere fin dove gli è permesso spingersi. È un'età difficile dove ancora non puoi mediare, ma devi cominciare a farlo. Di fronte non hai più un poppante, ma neanche un bambino che è in grado di argomentare e ragionare.
    Dai però, poi arriva il bello :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si chiamano infatti i terrible two! ;) ma io mi diverto tantissimo con lui... anche quando fa le bizze ogni tanto mi fa ridere... ;)

      Elimina
  2. Io oserei dire "Soprattutto le mamme esauriscono" e non credere a quelle che ti dicono che loro NO...mentono, io ne ho la certezza!!! Bacio

    RispondiElimina
  3. Non ti preoccupare a 5 anni non farà i capricci come a 2, capiscono di più le cose e il periodo degli affronti viene lasciato alle spalle. Hanno già le loro sicurezze, non hanno bisogno di sfidarti ogni 5 minuti. Certo ci saranno altri problemi, ma un giorno alla volta, tutto passa, tutto si supera.
    Comunque io penso che ogni buona mamma si mette in discussione e cerca un metodo per risolvere le cose senza che la situazione degeniri, ma non tutti i giorni questo funziona...Buona fortuna mammina brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. menomale.... spero sia come dici tu..
      cerco di fare il mio meglio... ;)

      Elimina
  4. Ciao, ti scrivo per la prima volta anche se ti seguo da molto. Sono toscana e anche io ho fatto l'università a Pisa. Ho una amica che ha un bambino che ha poco più di due anni e i tuoi racconti mi sembrano i suoi. Prima che iniziasse il nido sperava che con l'inizio dell'asilo il piccolo si sarebbe sfogato e quindi sarebbe stato più tranquillo. Ma niente, certi giorni la manda fuori di testa. Io non sono mamma, ma penso che sia più che normale perdere le staffe certe volte. Soprattutto quando ci sono anche altri fattori di "stress". Se ti va, passa a conoscermi sul mio blog. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questi bambini sono più furbi di noi! ;) passerò a trovarti.. ciao ciao

      Elimina
  5. Un, i terrible two! Coraggio, poi passa... Il tuo Dede sta passando in una fase poco idilliaca!
    A me è stato di conforto questo:
    www.genitoricrescono.com/10-modi-sopravvivere-terrible-two-terribili-due-anni/
    Spero che il link sia esatto, non capisco perché l'ipad non mi faccia fare copia incolla.
    In generale ti consiglio vivamente il sito di genitoricrescono, perché non danno consigli a spada tratta ma offrono diversi spunti di riflessione, mai banali. Sappimi dire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si lo conosco quel sito..andrò a leggere... grazie...

      Elimina
    2. ho letto il post, è fantastico! avevo notato anche io che per fargli fare una cosa devo dirgli il contrario o offrirla a qualcun altro! che terribili questi bambini :)

      Elimina
  6. Combattere con un duenne in fase di affermazione di sè è davvero dura!Ci sono dentro fino al collo anch'io e a volte nemmen'io so qual è il modo giusto di affrontare grida, capricci, tigne e pretese.
    mya è testona e mi sfida costantemente e i sono un tutt'uno O_o
    in più qui c'è la gelosia che fa capolino :) sotto forma di dispetti
    mia figlia sembra avere due persone dentro, una dolcissima l'altra une bestia!
    e ammetto che minimo una volta a settimana sono ko già dal risveglio.
    forza e coraggio, tutto passa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ci metti anche la gelosia aiuto! ;) coraggio sopravviveremo!

      Elimina
  7. Questo post capita a fagiolo, in un periodo, in cui Cestino ha deciso che mi deve mettere alla prova e sfidare......eh si che ha scelto proprio il periodo giusto.....è' incontenibile, l'ultimo week end e' stata una girandola di capricci ed eravamo in due a " domarlo". A volte lo guardo e penso che in realtà la sua e' solo voglia di giocare.....poi lo vedo che mi sbircia da dietro la porta, sorride sotto i baffi e ne combina una nuova.....consigli non ne ho, me la cavo malino anch'io, in più, spesso mi fanno così ridere le cose che fa, che nono riesco nemmeno a sgridarlo!!! Tanta solidarietà!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anhce a me tante volte fa ridere quello che fa... è così buffo.. poi quello che dice.. è sorprendente e io resto incantata a sentire i suoi ragionamenti... :)
      solidarietà! ;)

      Elimina
  8. sfido chiunque a non sclerare... si sclera e poi passa... poi si risclera e poi passa... i terrible two!

    RispondiElimina
  9. ciao Mamma Cì! Io prendo appunti per i prossimi due anni perchè credo mi saranno davvero utili! :D

    Inutile, la perfezione non esiste ed è giusto così! Tutti abbiamo un limite di stress e sopportazione che dobbiamo "sfogare" in una bella dormita, in una serata a teatro insomma, come preferiamo! E anche i piccoletti più crescono più hanno voglia di sperimentare il mondo che li circonda e mettere alla prova anche noi genitori! E' una sfida continua verso la crescita e l'esperienza. Crescono loro e cresciamo noi, tra stanchezze, impegno e sacrificio... che però fanno parte del nostro meraviglioso percorso di vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah in questo blog troverai un sacco di appunti utili allora.. Spulcia tra i vecchi post... ;)

      Elimina
  10. Ciao! Allora, secondo me le mamme che non sclerano mai non esistono! Comunque tieni duro...verso i tre anni cominciano (lentamente) a ragionare un pochino...
    Io non ho nessun metodo...purtroppo vado a tentativi: l'unica cosa che faccio è allontanarmi quando fa le sue scene disperate. Ho notato che appena si rende conto di non avere un "pubblico", smette...Ma è comunque sempre difficile! Un abbraccio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... Bisognerebbe filmarli per ricordarci di queste scenate quando saranno grandi..;)

      Elimina
  11. in questi giorni sto vivendo la tua stessa situazione:a volte non mi sembra di riconoscerlo!vuole fare le cose da sè,fa capriccioni per tutto ed è diventato pure aggressivo..e ha solo 2 anniiii!!!mi dicono che è una fase e io posso pure capirlo ma conviverci è dura!mi dà coraggio sapere che capita anche ad altre.Sara

    RispondiElimina
  12. Io sono una mamma che sclera. Ho trovato che è molto utile nei momenti di disperazione avere un'attività di rifugio... solo per me.... tipo suonare il piano o andare a fare una passeggiata in bici da sola nei campi o andare a correre (sempre nei campi). La stanchezza fisica mi aiuta a scaricare i nervi e dopo riesco a essere più lucida oppure troppo stanca per sclerare XD .... prima facevo judo ... ecco quello era ancora meglio: sbattere a terra l'avversario abbatteva i miei istinti omicidi XD ... purtroppo ho dovuto smettere. Per quanto riguarda le bizze dei bimbi non so quale sia il modo più giusto per affrontarle... una pedagoga che conosco mi ha detto che a volte bisogna lasciarli sporcare e agitare in casa (magari quando piove e altrimenti diventano troppo nervosi) tipo con fogli grandi e colori a dita... ma a volte fanno le bizze indipendentemente dalla noia e su quello non ho dritte. (glo)

    RispondiElimina
  13. non sono ancora madre, ma esaurita assolutissimamentissimamente si... e questo è il mio personale passo avanti verso la maternità!

    RispondiElimina
  14. credevo di aver lasciato un commento e invece no!
    Mah!
    Comunque non era di aiuto, ti dicevo solo che quando scopri la soluzione di farmela sapere!
    Io ho sclerato appunto oggi!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento! Risponderò al più presto!
Grazie, Mamma Cì