martedì 23 luglio 2013

Quale piscinetta per il mio bambino?

Se state pensando di comprare una piscinetta per i vostri bimbi questo post può essere utile… lo scrivo per esperienze personali..

Innanzitutto dobbiamo distinguere i tipi di piscine:

  • piscina interrata: il sogno di tutti, almeno il mio, quella che sta sotto il livello del terreno per intera.. e può essere in cemento armato, o in strutture prefabbricate come vetroresina o acciaio.. per queste tipologie ci vuole il permesso..

  • piscina fuori terra: quella che sta sopra il livello del terreno

struttura rigida:

struttura morbida:

struttura autoportante:

piscina gonfiabile (di vari diametri dalla piccolissima per un bebè alla grande):

Chiaramente la scelta della piscina dipende da quanto volete spendere e dalla voglia che avete nel curare la vostra piscina, e anche da dove la volete installare (cosa più importante!)…

a parte l’ultima categoria di piscinette gonfiabili che è la più economica, la più veloce, la meno impegnativa, e anche la meno capiente, ma la più pratica.. per le altre tipologie ci vuole un terreno perfettamente pari, soprattutto per la piscina autoportante (cosa che invece io non avevo considerato quando l’ho comprata, perchè non mi ero informata su come fosse…) perchè altrimenti la piscina non sta dritta e perfettamente centrata come dovrebbe essere ma il peso dell’acqua spinge sulla parete in pendenza e al primo che ci si appoggia viene giù tutto! cioè i vostri 5metri cubi o anche più di acqua vanno a innacquare il giardino…

Altra cosa fondamentale da pensare prima è a meno che non abbiate scelto la piscinetta gonfiabile e quindi cambiate l’acqua quante volte vi pare, le altre piscine vanno tenute pulite.. e non basta mettere il cloro e tutti a tuffarsi… no… tutti i giorni si deve controllare il livello di cloro e il ph facendo le analisi, e poi a seconda del risultato si deve aggiungere cloro e alzare o abbassare il ph con dei prodotti appositi… poi andrebbe coperta quando non si usa, e ogni giorno andrebbero tolti insetti e foglie.. e si deve fare il filtraggio dell’acqua e pulire il fondo con un apposito aspiratore..  e vi assicuro che se non fate queste cose l’acqua diventerà verde e anche se la svuotate poi dovrete pulire il fondo della piscina….

Quindi prima di comprarla valutate bene tutte queste cose, fate ricerche su internet che materiale ce n’è a volontà.. e poi scegliete la vostra!

E non lasciate MAI i bambini da soli in giardino (potrebbero tuffarsi quando meno ve lo aspettate) e tanto meno nell’acqua che anche se è bassa non bisogna mai fidarsi!

IMG_2117

8 commenti:

  1. Quest'anno ho optato per piscina gonfiabile (rettangolare 2,7x1,8 mt, h. 50cm).... comperata on line a spedita a mia mamma. Mi sembrava la meno impegnativa e in effetti è stato così. I bimbi si sono divertiti un sacco e la gestione è comunque stata semplice. Gestirne di più grandi e complesse può diventare un flagello...oltre che un onere magari non indifferente...

    RispondiElimina
  2. avendo un micro nano ho optato per quella semplice gonfiabile da tenere sotto l'ombrellone :) con tanto di palma finta gonfiabile (e very very kitsch!) che fa da ombra alla sua mini testolina!

    RispondiElimina
  3. Proprio ieri siamo stati da mia sorella piscina munita. Lei ne ha una a metà tra l'auto portante e la fissa a struttura morbida, nel senso che e' molto più piccola della prima, sufficientemente alta (1 metro) ed ancorata al terreno.

    RispondiElimina
  4. Noi abbiamo una piscina autoportante (4m x 2m x 86 cm) ... bella eh... ci si sta da 10 anche noi grandi e il piccino si diverte da morire... ma ogni giorno come hai detto c'è da fare le pulizie di primavera.... tra pulire il fondo, passare il retino, fare le analisi per il trattamento di mantenimento (cloro + ph + sequestrante di metalli una volta a sett) e lasciare la pompa attiva diverse ore... è un lavoro che inizialmene non avevo troppo considerato! C'è poi un altro aspetto... se come me uno non usa l'acqua dell'acquedotto ma quella del pozzo c'è una fase di startup non semplice per evitare la formazione di calcare e di residui di ferro su pareit e fondale... noi abbiamo dovuto cambiar l'acqua due volte (non ti dico che fatica svuotarla!!!!!) perché al primo giro non avevamo messo né l'anticalcare né il sequestrante di metalli ma solo cloro, abbattitore di ph e antialghe (come si fa normalemnte)... Gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah poi una cosa fondamentale.... LA POMPA FILTRANTE. Nelle piscine che vendono a basso prezzo spesso la pompa è troppo piccola... tipo una pompa da 1,2 l/h è troppo piccola per una piscina come la mia... ci mette una vita, l'esploratore per pulire il fondo non ce la fa a tirare lo sporco (troppa poca pressione...) e il filtro è da buttare in 2 giorni... quindi l'unica strada è cambiae la pompa e prenderne una più potente (nel nostro caso anche di un'altra marca) .... che sono altri 35 euro...

      Elimina
  5. niente piscina...noi andiamo al mare!!

    bel blog, non lo conoscevo.
    che dici di seguirci a vicenda?

    nuovo post su http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/365-giorni-con-babyvip
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  6. Ciao Cì.
    noi abbiamo una piscina superbella, ma è un impegno enorme. Se la vuoi sempre bella e pulita la devi seguire e le spese sono pesantine.
    Detto questo sono super felice di averla perché ora che sono a casa aspettando la Princess è uno sfogo per tutti. Per i bambini prima di tutto, anche se sono terrorizzata, ho paura che mille occhi non bastino comunque.
    A presto
    A

    RispondiElimina
  7. Grazie per i consigli. Per il momento si piacciono le piscine gonfiabili con una forma che da ombra per proteggere dei raggi solari, perché i nostri figlio sono ancora piccoli. In un futuro stiamo pensando di costruire una piscina grande. Ciao!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento! Risponderò al più presto!
Grazie, Mamma Cì