martedì 23 dicembre 2014

scuola a 5 anni o no?

Ciao a tutte! Scrivo dato che sono a casa in malattia.. solo un pò di polmonite giusto giusto per le feste natalizie.. che vuoi che sia!

Approfitto per fare con voi una riflessione:  scuola a 5 anni o meglio 6???

Io sono dell’opinione che dipende da bambino a bambino ovviamente…

 

IMG_6923

Mi trovo a fare questa riflessione perchè Dede che ha 4 anni e mezzo precisi sa leggere e scrivere in stampatello. Ma non solo il suo nome e mamma e papà. Legge. Gli metti davanti una parola qualsiasi in stampatello, una frase, e lui la legge. E non lo dico per vantarmi, perchè anzi un pò mi vergogno a dirlo, ma per chiedervi consiglio.

Ecco ora voi mi chiederete perchè cavolo gli ho insegnato a leggere e scrivere prima del dovuto. Quando ci sono le maestre a scuola apposta per questo. è nato tutto per gioco. E per lui è un gioco leggere. Ora non è che si mette lì la sera e si legge da solo le favole eh. Però se vede una parola o una frase è curioso e la legge da solo. E a scuola l’ho trovato diverse volte così:

IMG_9835

Praticamente quando era più piccolo (2 anni e mezzo) e lui era malato gli insegnai le lettere dell’alfabeto e dimostrò subito interesse imparandole senza fatica e soprattutto senza nessuna forzatura. Giocavamo con le lettere.

Poi la cosa si è evoluta nel tempo in questo ordine:

  • ha imparato a scrivere il suo nome
  • ha imparato a scrivere i nomi di tutta la famiglia
  • ha imparato a leggere il suo nome e i nomi della famiglia
  • ha iniziato a riconoscere le lettere nel mondo che lo circonda (nelle vetrine dei negozi, cartelli, giocattoli, libri, sapone, shampoo, cibo, ecc)
  • l’anno scorso a scuola faceva i disegni con dedica e firma
  • voleva scrivere delle cose e voleva che io gli dicessi le lettere per scriverle
  • ha iniziato a capire come è formata una parola, per esempio: palla, pa lla, ca ro ta
  • mi faceva mille domande per cercare di capire come è formata una parola e quale lettere ci sono dentro
  • ha iniziato a scrivere come riusciva, queste sillabe per formare le parole
  • poi un giorno a settembre eravamo a mangiare un gelato e lo sento che legge “GE LA TE RI A… GELATERIA!” e io sono rimasta senza parole..

IMG_6736Questo me l’ha fatto qualche mese fa… purtroppo non ho messo la data..

Giuro, tutto senza forzatura, anche perchè lavorando io adesso ci passo davvero poco tempo insieme.. e di certo la sera non mi sognerei di mettermi lì a forzarlo e insegnargli a scrivere.. lui è curioso.. gli piace proprio.. vede che noi leggiamo e cerca di farlo anche lui.

IMG_6934 IMG_9985

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le maestre al colloquio ci hanno detto che lui sarebbe anche pronto per la scuola elementare il prossimo anno, ma non essendo nato entro aprile non me lo prendono alla scuola pubblica. L’unica alternativa se volessimo mandarlo a scuola sarebbe la privata. Però ci hanno detto che è anche un bimbo che ama giocare. Quindi la scelta è nostra e anche difficile perchè ci sono dei rischi in tutti e due i casi:

  • se lo mando alla scuola materna anche il prossimo anno lui consolida questa sua voglia di leggere e quando poi arriverà alla scuola elementare a 6 anni compiuti magari si annoierà mentre i suoi compagni impareranno a leggere
  • se lo mando alla scuola elementare magari sarà troppo faticoso per lui, magari sarà il più piccolo della classe e si potrebbe trovare in qualche difficoltà.

Cosa scegliere?

Io sono di gennaio e sono andata a scuola a 5 anni perchè non volevo proprio andare all’asilo, non mi ero ambientata. Così feci la primina e poi con l’esame entrai alla scuola pubblica il secondo anno, senza problemi. Mi sono sempre trovata bene. E anche la maestra si complimentò perchè nonostante fossi la più piccola della classe ero preparata come gli altri.

Conosco una bimba che sapeva leggere a 5 anni ma non è potuta andare a scuola un anno prima e ora che è in prima elementare si annoia, perchè i compagni sono sempre alle lettere in stampatello quando lei vorrebbe fare quelle in corsivo.

Allo stesso tempo vedo la mia nipotina che la riempiono di compiti e si stanca parecchio e non ha molta voglia di farli.

Quindi siamo nel panico. Cosa è giusto per il nostro piccolo Dede?

Io voglio il meglio per lui, voglio che in tutti e due i casi non si annoi, voglio che sia felice e che ci vada volentieri. Perchè ora alla scuola materna ci va contentissimo. Ma le maestre mi hanno detto che non fanno niente di prescuola, nemmeno il prossimo anno, perchè le maestre elementari non vogliono. Quindi gli insegnano solo a scrivere il proprio nome e a disegnare correttamente.

C’è qualcuno di voi che ha avuto esperienze simili e me le racconta???

Grazie!

e buone feste!

7 commenti:

  1. Ciao!
    Sono contenta che tu torni a scrovete,ti leggo sempre con piacere.Da insegnante di scuola primaria, sconsiglio fortemente gli inserimenti anticipati. Spesso si confonde la competenza e l'intelligenza di un bambino con la sua volontà e capacità di affrontare un enorme cambiamento.
    Ovviamente ciascun bambino è diverso ma noi adulti tendiamo a dimenticare che il passaggio è prima di tutto emotivo.
    A scuola si viene ANCHE per leggere e scrivere ma anche per imparare a stare in gruppo, per imparare le regole comuni, per socializzare le abilità, aiutare e farsi aiutare.
    Il fatto che l'inserimento potrebbe avvenire solo alla privata, poi, mi lascia molto perplessa.
    Spero di averti dato qualche spunto,
    Auguri
    Petra

    RispondiElimina
  2. Credo che il problema non sia tanto le abilità, che ha già (non è tanto raro che a tre-quattro anni iniziano a leggere), quanto che alle elementari si richiede più attenzione e si sacrifica il gioco. E verso i cinque anni è giusto che i bimbi ancora giochino anziché passare tanto tempo seduti in silenzio.
    Se poi Dede non è nato a gennaio, il problema secondo me non si pone.
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Ormai sono cambiati i bambini ed i metodi di insegnamento anche all'asilo per cui anche se non lo fanno direttamente come in prima elementare, i bambini sono praticamente già tutti in grado di scrivere e leggere a 4-5 anni!! Entrambi i miei bambini lo hanno fatto e la mia grande,ora in quinta elementare,ha in classe tre anticipi che ora danno problemi enormi agli altri! Disturbano e fanno comunque il doppio della fatica rispetto agli altri! Eppure anche se di gennaio dell'anno dopo la mia (che poteva anche lei anticipare essendo di fine febbraio), erano tanto,tanto avanti a detta delle mamme quando dovevano iniziare la prima!!!
    Non lo fare per amore suo!!!
    Lascialo con i coetanei e si che gli farai un gran regalo,sarà magari più agevolato di altri nei primi tempi e si stimerà un sacco! Ma non rimanere delusa quando vedrai che tanti altri sono al suo livello in giro!!!
    Tanti auguroni!!!!!!
    Desi

    RispondiElimina
  4. Io, da bambina di febbraio non anticipata che a tre anni leggeva e scriveva speditamente, e da mamma di bambino nato a dicembre e quindi di fatto anticipato suo malgrado, dico NO a mandare a scuola un anno prima.
    finché leggere e scrivere sono una cosa in più fatta coi propri tempi è un conto (mio figlio a 15 mesi riconosceva tutto l'alfabeto, a meno di tre anni ha iniziato da solo a scrivere parole intere, a meno di quattro leggeva, a meno di cinque da solo ha imparato stampatello minuscolo e adesso che ha cinque anni e un mese legge il corsivo senza che io gli abbia insegnato), ma farlo per obbligo per tante ore in cui si deve per forza stare composti nel banco è pesante.
    Lascia che faccia la materna, e in prima elementare meglio annoiarsi per pochi mesi piuttosto che avere l'ansia da prestazione.
    Ho conosciuto diverse mamme che hanno anticipato perché i figli secondo loro si annoiavano all'asilo, e tutte se ne sono pentite amaramente, due addirittura a dicembre hanno ritirato i figli per portarli di nuovo all'asilo: la cosa è stata vissuta come un fallimento dai bimbi, che pure non erano in grado di tenere i ritmi di una prima elementare.

    Non fare errori. lascia il tempo giusto senza fretta.

    RispondiElimina
  5. Ciao mamma Cì!! Che emozione rileggere i tuoi post! Ma in tutta questa decisione Dede cosa ne pensa? Nel suo immaginario cosa vorrebbe fare? Condivido le tue due opzioni e posso dirti che anche io alle elementari ero in classe con dei compagni più piccoli ma molto preparati che sapevano già leggere e scrivere (io stessa sono approdata in prima elementare che lo stampatello non aveva segreti) e ti dirò ci siamo annoiati i primi tempi ma anche gongolati perché venivamo etichettati come i più bravi. Poi però siamo scesi dal piedistallo anzi no, si sono aggiunti altri piedistalli e qualcuno è stato persino superato. Questo per dirti che poi tutti si mettono in pari. Il consiglio che ti posso dare e che tu sai meglio di me è che dopo l'asilo ad attendere Dede ci saranno anni e anni di sedia, banco e libri da studiare. È vero l'entusiasmo iniziale sul fatto di saper già leggere e scrivere, ma penso che per lui imparare l'alfabeto sia stato un bellissimo gioco che ha potuto condividere con la sua mamma e non una sorta di "imposizione" dettata da un programma ministeriale. Io mi schiero addirittura con chi dice che l'essere umano non dovrebbe mai smettere di giocare. Apprendere giocando è fondamentale. Io sosterei ancora all'asilo se a lui piace e si diverte. Correre, manipolare, colorare, saltare.... Il più possibile! Per stare seduto sui banchi c'è sempre tempo :)

    RispondiElimina
  6. CIao! Ho trovato il tuo blog per caso e sono stata attirata dal tuo post... Io ho avuto lo stesso dubbio per un pezzo: io a suo tempo ho fatto la "primina" perché sapevo già leggere e scrivere a 3 anni e mezzo e ora mio figlio sa leggere (scrivere un po' meno) a 5 annie pensavamo di fargli fare la primina in una scuola privata perché è di maggio...
    Tu cosa hai fatto, poi? Noi alla fine abbiamo opta to per lasciarlo ancora alla materna, perché nel frattempo gli è nata una sorellina e avevamo paura di fargli affrontare troppi cambiamenti in una volta sola!! :) Ciao...Continuerò a leggerti, perché mi piace come scrivi! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, alla fine anche io ho optato per mandarlo ancora alla materna.. e sono contenta di aver scelto così..

      Elimina

Lascia il tuo commento! Risponderò al più presto!
Grazie, Mamma Cì