lunedì 16 febbraio 2015

Ultimamente è capitata una cosa stranissima: ogni giorno sulla pagina facebook di questo blog vedo arrivare nuovi mi piace.. inaspettati.. che mi sorprendono ogni volta.. e mi fanno ricordare la mia vita da mamma studentessa. Non so come mai ma credo si sia creata una rete di mamme che studiano e ogni giorno mi sa che vedono grazie ad altre mamme che studiano il mio blog e così, come una rete infinita, piano piano stanno mettendo tutte mi piace! Che cosa incredibile! E pensare che ho aperto il blog anni fa proprio per questo… volevo trovare altre mamme che studiavano come me… e piano piano ho capito che non ero l’unica ma ce ne erano tantissime! Brave!! Sono fiera di voi!

Non so se avete già letto tutto il blog, ma io mi sono laureata più di un anno fa.. e da allora lavoro.. e se prima dovevo organizzarmi con lo studio e la famiglia, ora la mia vita è un tetris fatto di cose da fare dove non mi resta più molto per me stessa.. e se mi resta sono talmente stanca che finisco per non far niente… ho raggiunto pure la soglia dei 30 anni qualche giorno fa! Aiuto!!

è stata dura finire l’università da mamma, ma alla fine non è stato così impossibile… era anche bello, perchè studio a parte ero libera: potevo organizzarmi come volevo, potevo stare di più con mio figlio, e potevo prendermi giorni di ferie a volontà.. ora invece non vado a prendere Dede a scuola da novembre… e lo accompagno io la mattina solo raramente per poter arrivare a lavoro presto e uscire prima la sera per stare con lui...e anche per riuscire a preparare una cena decente. Per fortuna arrivo a casa in media verso le 6/6.30 che non è male..(A meno che non debba fare straordinari o la spesa) e il sabato e la domenica li ho liberi, tutti per noi!

In verità questo weekend di san Valentino (che era anche il nostro anniversario di nozze) il mio maritino sdolcinato mi ha regalato un weekend lampo a Parigi, la città dell’amore, e così abbiamo ripassato per due giorni e mezzo la vita da coppietta.. e non è male ve lo assicuro! è rigenerativo.. anche se mi mancava tantissimo Dede e mi sentivo pure un pò in colpa all’inizio.. ma lui stava coi nonni, e ci sta molto volentieri.. mi mandava video e foto di quanto si divertiva (ha messo sottosopra la casa dei nonni spargendo stelle filanti ovunque) quindi ero abbastanza tranquilla…

DSCN6269

Anche Dede e la sua fidanzatina si sono scambiati i regalini degli innamorati e Dede mi ha detto che lei gli ha dato dei bacini e lui è svenuto perchè erano bacini di amore.. che tenerone!!

 

E niente mamme… vi ho aggiornato un pò.. se avete voglia di raccontarmi qualcosa di voi scrivete pure!

p.s. sto cercando qualche mamma/studentessa che abbia voglia di raccontare la propria storia (anche in anonimo ovviamente) quindi se vi va scrivetemi!

7 commenti:

  1. Io sono una mamma studentessa, e devo rimettermi a studiare il prima possibile...mi sono presa due anni per stare con il mio bimbo, adesso devo rimettermi in carreggiata! Il prima possibile!
    Complimenti a te, spero di riuscire come hai fatto tu!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. coraggio! ci vuole voglia e determinazione... senza dimenticare organizzazione!

      Elimina
  2. ciao io sono una studentessa/mamma..nel senso che mi sono sposata e ho avuto i miei figli che ero già all'università!ero fidanzata da 14 anni e il mio fidanzato lavorava,a me mancavano pochi esami alla fine e decidemmo di sposarci,ero convinta che c el'avrei fatta...poi la vita matrimoniale mi ha presa completamente,nel frattempo sono rimasta incinta del mio primo figlio..varie vicissitudini di salute mia,il secondo bimbo,la grave malattia di mia madre...poi a Maggio un lutto,terribile inaspettato e doloroso al punto da impazzire,il marito di mia sorella si è tolto la vita!un gesto a cui non sappiamo dare una speigazione..ma da allora ho deciso che nella vita non si devono lasciare in sospeso le cose,specie quelle che si sono desiderate tanto..quelle per cui ogni notte ci svegliamo soffocando..e la laurea è così per me,un traugardo importantissimo,perchè dentro ci sta tanto sacrificio...per fortuna ho due bimbi buonissimi,un marito premuroso che mi aiuta economicamente permettendomi anche di mandare il piccolo al nido...e adesso tocca a me!Mi piace molto il tuo blog...baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei forte cara mariella..e determinata a raggiungere l'obiettivo. non lo perdere di vista e vedrai che lo raggiungerai! in bocca al lupo

      Elimina
  3. Ciao mamma ci, io invece sono una studentessa ( magistrale) ma spero presto anche mamma dato che è un grande desiderio che abbiamo da un pò di tempo io e il mio fidanzato.
    Lui fortunatamente lavora e abbiamo casa anche se da sistemare; io invece pensavo prima di tutto di finire di studiare e trovare lavoro ma non vorremmo più aspettare e per ora resto ancora fermamente convinta di voler finire di studiare anche se dopo sarà difficile :)
    In bocca al lupo a tutte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se avete le possibilità e tu hai la voglia di rimboccarti per bene le maniche facci un pensierino... ;) perchè no... :)

      Elimina
  4. Ciao Mamma Ci io sono una studentessa iscritta al 1°anno della specialistica in Economia sono sposata già da 2 anni ( mi sono sposata che dovevo iniziare il secondo anno della triennale) e ha settembre , nel momento in cui mi sono iscritta alla specialistica ( mi sono laureata a luglio alla triennale) ho scoperto di essere incinta ed ora sono al settimo mese di gravidanza , per il 19 maggio è prevista la nascita del mio bambino ( anche lui è un maschietto). Ho già dato 2 esami pesanti e me ne mancano e nel contempo con il pancione faccio avanti e indietro poichè anche quest'anno sono risultata vincitrice di una borsa di collaborazione ( di circa 150 ore) e sto facendo il possibile per fare il maggior numero di ore possibili dato che la responsabile me lo permette, in modo da poter stare il più possibile al mio bambino almeno i 4 mesi della sua nascita poi a fine ottobre spero di ritornare per finire le ore altrimenti mi toccherebbe rinunciare ma io non voglio( anche se si tratta di pochi soldi mi servono e poi fare qualcosa mi rende attiva. Ti scrivo poiché come tutte le mamme-studenti la mia paura è di non riuscire a fare gli esami e quindi laurearmi e trovare al più presto un lavoro, purtroppo io non ho la fortuna di avere mia mamma vicino che possa aiutarmi con il bambino lei lavoro e in più abita in un'isola ; ci sarebbe mia suocera che ha 70 anni ma è molto attiva ma non so se è disponibile e poi la mia paura è che possa prendere il sopravvento e sostituirmi nell'educazione di mio figlio. Giustamente però non dico i primi mesi che il bambino ha bisogno della sua mamma ma dopo se voglio continuare con i miei obiettivi( sempreché non voglia divenire una casalinga-mamma full-time ma di certo non è ne i miei progetti, dati i sacrifici economici fatti dai miei in questi anni per pagarmi gli studi) dovrò comunque essere umile e sperare che mia suocera quando ho bisogno mi regga mio figlio dato che al Paese dove sto io non esiste l'asilo nido. Che dici data la mia situazione ce la potrò fare? Riuscirò a conciliare maternità, studio,casa( visto che mio marito si lamenta sempre che la casa è da sistemare)? Io spero di si ma ho bisogno di una parola di conforto da chi questa esperienza l'ha vissuta sulla propria pelle, ti chiedo per favore Mamma Ci dammi un consiglio!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento! Risponderò al più presto!
Grazie, Mamma Cì