giovedì 29 agosto 2013

La mia mamma, un grande sostegno..

Oggi è il compleanno di mia mamma e in questo giorno speciale voglio dedicarle un post.. anche se lei non lo leggerà perchè non sa del blog.. : p

La mia mamma compie 57 anni oggi.. accipicchia si avvicina a 60 (mio babbo li fa tra poco 60) ma li porta bene..DSCN3397

Lei è prima di tutto la nonna di Dede (3 anni) e delle mie nipotine (5 e quasi 4 anni).. in questa foto la vedete che spinge il passeggino doppio con Dede e B., accanto a lei cammina I.

La considero speciale anche se lei non lo sa perchè sono davvero fortunata ad avere una mamma come lei.. mi sono accorta crescendo che non tutti purtroppo hanno la fortuna di averne una..

Se io adesso sto preparando la tesi e mi sto per laureare in ingegneria è anche grazie lei (e a mio marito e a mio babbo e al mio cervello che ogni tanto collabora)..

Mia mamma mi ha sempre sostenuto, mi è sempre stata vicina, ha sempre creduto in me, mi ha sempre spinto a fare il meglio, mi ha sempre dato consigli..

Soprattutto negli ultimi 3 anni mi ha dato una grossa mano a guardare Dede per farmi studiare.. e lo ha fatto col cuore.. non perchè io l’avessi obbligata o chissà cos’altro.. semplicemente perchè lei poteva aiutarmi e lo ha fatto volentieri per permettermi di terminare gli studi.. ed è stata di grande aiuto! Si è stancata e si è privata di ore di relax e di tempo libero.. però si è anche divertita perchè adora il mio Dede e lui adora lei.. ed hanno un bel rapporto.. anche se poi quando vede l’altra nonna mia mamma passa in secondo piano.. ma è normale dato che purtroppo l’altra nonna la vede poco..

Non le ho mai chiesto di aiutarmi con la casa, il suo aiuto è stato solo come servizio babysitter al piccolino.. d’inverno 2 orette (nei periodi esame anche 3) il pomeriggio quando si svegliava dalla nanna, nelle vacanze estive al bisogno, tipo in questi giorni che mi sono rimessa a fare la tesi la mattina e un pochino il pomeriggio.. e ogni tanto se l’è portato anche al mare..

Io mi fido di lei. Gli lascio Dede senza problemi. E lei ci sa fare, sa cosa dargli da mangiare, sa quando è ora di metterlo a nanna, e fa quello che farei anche io.. e non lo vizia..

Ogni tanto mi stressa, sì, a volte si litiga, è normale.. ma poi tutto torna come prima.. poi lei è del segno della vergine, e chi lo sa mi capisce…!!!

Con lei ci parlo tranquillamente, quasi di tutto.. (del blog non sa nulla infatti.. sennò mi stresserebbe appunto..)

So che purtroppo non tutti sono fortunati ad avere nonni vicini e disponibili o in grado di guardare i nipotini e questo mi dispiace…

Non guarda tutti e 3 i nipotini insieme eh, sennò poverina non ce la farebbe.. le nipotine ci vanno raramente da lei, invece Dede c’è quasi tutti i giorni anche perchè siamo vicine di casa.. Così come quando io ero bambina che stavo sempre coi miei nonni che stavano accanto ai miei… ho dei bei ricordi dell’infanzia e anche Dede sono sicura che ne avrà..

Quando ancora vivevo da lei e non ero incinta mi diceva sempre: “dai fammi un bimbino, poi te lo guardo io!!!”

L’ho accontentata… : )

Ora è serena e tranquilla, mentre prima che arrivasse Dede era un pò triste.. lo era da quando era morta la sua mamma nel 2007, loro avevano un bellissimo rapporto, anche meglio del nostro a quello che dice lei, e per questo ha sofferto tanto per la perdita.. ma ora che è sempre indaffarata con Dede la vedo proprio felice e sorridente, perchè si sa i bambini mettono allegria.. anche perchè se lui non andasse a trovarla cosa farebbe lei tutti i pomeriggi in quella casa grande e vuota?? Si annoierebbe! Poi non è una di quelle signore che escono con le amiche e vanno a fare shopping, non è proprio il tipo.. nemmeno la perfetta casalinga che passa le giornate a pulire, figuriamoci!  Anche questo l’ho preso da lei.. a lei piace solo viaggiare, come a me.. e quindi Dede riempie quei tempi che altrimenti resterebbero vuoti.. ecco perchè lo fa con piacere..

Se da bambina la tua mamma è tutto il tuo mondo, poi da adulta quando diventi mamma il tuo amore per il piccolo è una cosa immensa, quando poi diventi nonna che amore si prova??

nonna

Auguri mamma!

martedì 27 agosto 2013

Mamma cosa c’è nella tua pancia?

Sapevo che prima o poi sarebbe arrivato questo momento…

In questo mese hanno partorito due mie amiche che avevano annunciato di essere incinta nello stesso periodo in cui lo avevo fatto io.. una delle due è un’amica del mio gruppo e addirittura lo avevamo annunciato la stessa sera a tutti i nostri amici.. felicissime già ci immaginavamo insieme in giro con le carrozzine e Dede.. l’altra è una mia cara amica di Parlare coi bambini.. ed anche con lei mi immaginavo insieme con Dede, Bibi e i due neonati..

Invece è andata come è andata.. e quelle immagini che mi ero fatta mesi fa non le vedrò mai..la mia stellina è in cielo..

Non ne ho più parlato.. ho cercato di fare altre cose, ne avevo talmente tante da fare e a cui pensare che mi hanno aiutato a superare abbastanza bene il tutto..

Però ogni tanto ci penso..

..e così anche Dede che aveva smesso di farmi domande, ora che vede tutti questi neonati si è ricordato.. e mi fa delle domande.. anche se è convinto che era una sorellina, perchè lui voleva una sorellina…

“mamma cosa c’è nella tua pancia?”

“mamma nella tua pancia c’è la mia sorellina?”

“la mia sorellina è in cielo..”

Ed io gli rispondo solo che non c’è nulla nella mia pancia e che poi un giorno, ci metterò una sorellina o un fratellino…

Mi sono emozionata tanto quando queste due mie amiche hanno partorito… soprattutto quando ho visto le foto della neonata e del neonato… bellissimi!

Oggi poi li ho visti tutti e due dal vivo.. nello stesso giorno.. per caso..

Stamattina sono andata a trovare la mia amica che ha appena partorito e ho visto il piccolino dal vetro della nursery…

e il pomeriggio è venuta a trovarmi a sorpresa la mamma di Bibi con le sue due splendide bambine e appena è entrata me l’ha messa in braccio, così, 4kg di puro amore tra le mie braccia.. che tenera! Dormiva.. così dolce.. e Dede era contento, la guardava, la toccava, la accarezzava, le ha pure dato un bacino! Poi vabbè le ha messo il pupazzo di george addosso.. (menomale non ha fatto la stessa cosa col cavallino..)

Ah, approfitto di questo post, tanto so che prima o poi lo leggi.. (magari quando avrai più tempo) per farti i complimenti mammina bis, sei bravissima, coraggiosa e forte! Con due così piccole non deve essere facile.. e poi cerchi sempre di non trascurare Bibi nonostante tu sia impegnata con la più piccola.. Brava davvero!

DSCN4271

DSCN4277

La mia amica che ha partorito il suo primo bambino stanotte mi ha scritto un messaggio: “partorire è la cosa più bella del mondo! avevi ragione, quando lo abbracci inizi davvero una nuova vita!” e io mi sono di nuovo commossa..

I bambini riescono a far provare un amore immenso, mai provato prima..

Sono straordinari.

lunedì 26 agosto 2013

spontaneità dei bambini

A tavola: preparo cena e lascio Dede a tavola a mangiare il suo brodino mentre io mi giro per cucinargli la carne…

Sul tavolo c’è un pezzo di formaggio col gratta cacio

Torno dopo due minuti e trovo Dede con lo sguardo di un furbo topolino e il sorriso di una volpe che si è mangiato quasi tutto il formaggio!

“Dede NO! Mai hai mangiato tutto il formaggio???!?!?!?!? Ma io ti stavo preparando la ciccia! Non dovevi mangiare il formaggio! Devi chiedere il permesso a mamma quando vuoi mangiare qualcosa!!!”

faccia imbronciata: “PERMESSO?”

 

IMG_4712

: )

giovedì 22 agosto 2013

io e il computer.. Tesi in corso…

IMG_5391

Ho mandato Dede al mare due giorni con mia mamma… lei è in ferie tutta l’estate, fa l’insegnante… uno dei motivi per cui mi ha sempre ispirato fare l’insegnante… con i bambini piccoli penso che sia la miglior cosa: tutte le vacanze quando le hanno anche loro… dovrei farci un pensierino… (se solo ci fossero posti, mia mamma è entrata di ruolo solo pochi anni fa, ed era già nonna mi pare o quasi..)

Comunque ho mandato Dede e io sono rimasta a casa per fare la tesi.. sì, ho detto bene… tanto se andavo con loro finivo che dedicavo poco tempo al computer e più tempo a giocare e sonnecchiare… a casa lavoro di più… ma sono tutta SOLA…. marito è a lavoro tutto il giorno, mia sorella e family sono in vacanza e mio babbo lavora anche lui.. e io sto in campagna quindi non ho altri vicini di casa… c’è silenzio… sento solo le papere, ogni tanto le galline quando fanno le uova.. nemmeno il cane abbaia perchè fa troppo caldo…per non parlare delle tartarughe che stanno zitte come i pesci… per fortuna c’è la lavatrice accesa che sta facendo la centrifuga e mi tiene compagnia…

Ora pausa pranzo e poi pomeriggio intenso di scrittura…

NON MI DEVO ADDORMENTARE NON MI DEVO ADDORMENTARE NON MI DEVO ADDORMENTARE

Ci vogliono litri di caffè mi sa…

martedì 20 agosto 2013

Braccialetti con fili di cotone

Oggi un post tutto diverso!

Siccome tempo fa misi su instagram la foto del braccialettino che avevo fatto a Dede e mi hanno chiesto di fare un tutorial… ecco qua che ci provo… ma solo per questa volta eh!

IMG_5454

Questo braccialettino ho imparato a farlo almeno 20 anni fa… e ho ancora i fili di cotone di allora.. (e non sono i fili da cucire, sono più grossi).. è facile potete insegnarlo alle vostre bambine/i e si divertiranno un sacco! Io avevo il braccio pieno di questi…

Occorrente: fili di cotone di diversi colori, nastro adesivo, forbici, misura del polso..

IMG_5461

Per questo tipo di braccialetto, di questa larghezza (che è la più piccola), vi servono 3 fili: quello nel centro non ha importanza di che colore sia perchè non si vedrà, quelli ai lati devono essere di due colori diversi.. Come lunghezza per quello nel centro va bene un pò più lungo di come dovrà essere il braccialetto, mentre per quelli esterni scegliete una lunghezza di almeno 3 o 4 volte il polso.. la prima volta prendeteli belli lunghi per non sbagliare e poi tagliate quello che avanza..

Le foto le ho fatte con il cell quindi prendete quello che viene… ; )

Ora fate un nodo da un lato solo lasciando un pò di spazio per legare il bracciale quando sarà finito e fissatelo al tavolo col nastro adesivo, fissate anche il filo centrale.

IMG_5462

Adesso cominciano una serie di nodi ripetitivi… l’importante è non sbagliare per farlo venire perfetto.. se vi accorgete di aver sbagliato usate un ago per sfare il nodo..

IMG_5463IMG_5464

Allora scegliete il colore di partenza, nel mio caso il blu: 1 fate un triangolo col blu appoggiandolo sul centrale, 2 appoggiate il giallo sopra il blu

IMG_5465IMG_5466

3 alzate il centrale e fate passare il giallo sotto a questi due 4: prendete contemporaneamente giallo e blu e tirate (il centrale deve stare fermo e ben dritto)

IMG_5467IMG_5468

Adesso trovate i colori invertiti quindi: 5 prendete il colore principale (nel mio caso era il blu) e rifate lo stesso giochino ma dall’altra parte…

IMG_5469IMG_5470

Vi dovrebbe venire così…

Ho cercato per voi dei tutorial su youtube, questo però non l’ho trovato…

Però ho trovato il braccialetto a spina di pesce qui, un altro a rombi qui, un altro con le onde qui, e poi ce ne sono un’infinità se guardate nella colonna a destra di questi video…

Buon divertimento!!!

lunedì 12 agosto 2013

Liguria riviera di Levante..

Cercavo un posto non troppo lontano da casa, da poterci andare in macchina senza starci troppe ore, senza dover prendere traghetti o aerei, con il mare bello, prenotando una settimana prima e cercando anche di non spendere troppo… e così dopo diverse ricerche ho trovato l’ultimo albergo vicino al mare e a un prezzo giusto con colazione: a Rapallo.. ho pensato che avremmo potuto vedere la riviera di Levante della Liguria dato che mio marito non c’era mai stato e io ne conoscevo solo una parte..

image

giovedì 8 agosto 2013

I terribili 3..

Ebbene io vi avevo già parlato dei terrible two.. ricordate?? (tipo qui o qua o qui e in altri post)..  sì quel periodo in cui il bambino fa le bizze, piange e si butta in terra per nulla… ecco io pensavo che quello fosse tutto poi cresceva e diventava più saggio e meno bizzoso… certo ora è più saggio e meno bizzoso, ma non sapevo che dopo i terrible two ci sono i TERRIBILI TRE!!!

clip_image001

Ebbene sì… sapevatelo!

I terribili tre si possono anche sottotitolare “La sfida” ma anche la “presa di ( ( )”..

Praticamente il piccolo grande Dede che è dolcissimo amoroso e lo adoro.. è ogni giorno più furbo e prova a sfidarmi e a sorpassarmi.. vuole comandare lui!

  • se lo brontolo mi risponde con tono arrabbiato rigirando la brontolatura o la minaccia come se fosse lui a brontolare me!
  • esempio: “Dede basta!!” “oh mamma ho detto basta!!”
  • “Dede guarda che se continui ti do uno sculaccione eh!!” (sono contraria agli sculaccioni ma mi capita di dirgli che gliene do uno quando non riesco a farlo smettere..) “mamma ora ti do uno sculaccione eh!!!”
  • lo brontolo e lui RIDE, STORCE GLI OCCHI e FA LE SMORFIE!!! anche le PERNACCHIE CON LA LINGUA! tipo come fai a brontolare uno che ti guarda così:

  • oppure con faccia piagnucolante mi dice “ma se mi dici così io ci rimango male male… mamma!!!”
  • se gli vieti una cosa inizia a dire battendo il piede in terra a pugni chiusi “NO NO E NO!”
  • quando lo brontolo io va da papi e viceversa… ma non ottiene nulla.. siamo bravi, coerenti e alleati!
  • quando gli spieghiamo le cose dice sempre “ho capito” e dopo parecchio tempo “scusa non lo faccio più….” ma tanto non serve a nulla….
  • dice la parola C A C C A quando ha voglia di divertirsi.. e la dice per niente… lo fa come gioco, addirittura ci fa le canzoncine… perchè quando gli insegnavo a usare il vasino non gli ho insegnato a dire pupù??
  • dice anche S C U R E G G I A… voglio vedere a settembre che andrà alla materna cosa imparerà…
  • che poi alla fine ci fa morir dal ridere quando fa queste cose ma dobbiamo fare le facce serie o ignorarlo per cercare di farlo smettere… (non voglio che diventi il pagliaccio del gruppo che deve far lo stupidino così tutti ridono…)
  • PICCHIA gli altri bambini se non gli danno un gioco o gli danno noia o semplicemente se passano vicino a lui e in quel momento gli viene in mente di picchiarli, non sempre ma è capitato (non ho mai avuto simpatici i bambini che picchiano.. ecco che ce l’ho a casa…) e se gli chiedi come mai lo fa lui ti dice: “ma Pietro picchia……” (pietro = bimbo del nido che non vede da giugno…) anche perchè io non lo picchio, in casa nessuno picchia nessuno, e non guarda assolutamente programmi violenti in tv.. quindi ha imparato al nido.. o ce l’ha nell’istinto che ne so??
  • non sa ancora calibrare la sua forza..

Per ora non me ne vengono in mente altre.. semmai lo aggiorno questo post o ne faccio un altro…

IMG_5282

Bene, ora voglio i VOSTRI PREZIOSI CONSIGLI se ne avete… tipo:

  • come mi devo comportare quando picchia??? di solito prima lo brontolo e se continua lo porto via…
  • che faccio quando lo brontolo e lui ride??? mi fa arrabbiare ancora di più quando mi prende in giro mentre lo brontolo…

IMG_5152

Ah poi vi devo raccontare questa!! Allora di solito quando lo brontolo ed è una cosa grave lo metto in punizione seduto da qualche parte per qualche minuto… l’altra sera eravamo al ristorante e Dede giocava con una bimba sconosciuta di 8 anni..

BIMBA A ME: “ma te a casa lo picchi???”

IO: “nooo!!! sono contraria, non si picchiano i bambini!”

BIMBA: “la mia mamma invece mi picchia sempre!!! e allora che fai?”

IO: “lo metto in punizione”

BIMBA: “quanto tempo? tante ore??”

IO: “no.. minuti.. un minuto per ogni anno di età in teoria….”

BIMBA: “anche mia mamma a volte mi mette in punizione a letto in camera.. ah ma io mi riposo e dormo! mi piace quando mi mette in punizione perchè sto sul letto con tutti i miei pupazzi"!”

Capito la teoria dei bambini? in punizione ci sta bene perchè dorme coi pupazzi.. mmm… è sbagliato il luogo della sua punizione o bisogna cambiare strategia??? Di solito quando metto Dede in punizione urla disperato e prova anche a venire da me ma ce lo rimetto e gli dico di venire da me solo quando si è calmato.. per ora funziona…

DSCN3736

Nel complesso però non mi lamento perchè a parte i momenti terribili per il resto è dolce coccolone curioso e sveglio… la sua frase preferita è “Come mai?”

mercoledì 7 agosto 2013

dispositivi per ricordarsi dei bambini in auto…

Stavo cercando su internet se hanno inventato qualcosa per la sicurezza dei bambini in auto, e non per il tipo di seggiolone, che già ce ne sono un’infinità ma purtroppo vedo ancora bambini in braccio nel sedile anteriore…(ah ma nessuno batterà quelle 2 bimbe dell’anno scorso nella bauliera di una smart…o quel neonato nella sdraietta sul sedile posteriore..)..  ma cercavo di capire se hanno inventato qualcosa che avverta i genitori in quei casi in cui vengano dimenticati accidentalmente i bimbi in auto.. che purtroppo può succedere, ma non deve succedere…

Tempo fa avevo letto che avrebbero cercato di inventare qualche dispositivo però poi non ho più saputo nulla… così ho cercato notizie sul web e ho trovato diverse cosette:

  • due cuscini collegati tra loro uno per il guidatore e uno per il bambino che quando il guidatore si alza suona un allarme fino a che non viene alzato anche il bambino.. volendo si può estendere a più cuscini così da poterlo mettere anche su uno scuolabus per esempio.. lo trovate qui
  • dispositivo che individua se il bimbo è seduto sul seggiolone e allarme attaccato alle chiavi della macchina che se ci si allontana dalla vettura questo suona.. leggete l’intervista a questo ingegnere che ha depositato dei brevetti ma le aziende del settore non l’hanno accolto..
  • Child minder che si trova già in commercio all’estero e lo potete trovare qui
  • un dispositivo che se si dimentica il bimbo in auto avverte il genitore sullo smartphone con un app.. potete leggere l’articolo qui

e sono sicura che ce ne saranno tantissimi altri sul mercato…straniero…  anzi se li conoscete lasciate un commento qui sotto per favore..

Poi ho trovato un app, Baby reminder che è gratis, ed ha lo scopo di ricordarvi del bambino:  non è che vi avvisa se lasciate il bimbo in auto perchè non può saperlo da sola, però potete impostare l’orario in cui portate il bimbo all’asilo tutti i giorni e lo andate a riprendere per esempio e l’app all’ora prevista vi ricorderà di aver preso il bambino con voi con degli allarmi sonori e visivi… tipo l’altro giorno l’avevo impostata per provarla e poi mentre camminavo con Dede sento ridere la borsa e non capivo cos’era… era l’app che mi ricordava del baby…

Non sarà una cosa sicura al 100%, per cui non vi si può fare affidabilità, meglio sempre controllare, però almeno è una sorta di sveglia che per gli abitudinari può essere utile.. spero.. magari dopo un pò uno la spenge e la cancella perchè non ha più voglia di sentire la sveglia tutti i giorni… ma c’è a chi può tornare utile… no?

mi auguro che i produttori di seggioloni comincino presto a produrre seggioloni già dotati di dispositivi di allarme, dato che ci sono già dei seggioloni con allarme ma solo per i casi in cui il bimbo si slacci la cintura…

e magari un giorno anche le autovetture avranno dei dispostivi per sapere se a bordo c’è rimasto qualcuno…

lunedì 5 agosto 2013

“io non mi perdo”.. il braccialetto per ritrovare mamma e papà

Navigavo su internet.. precisamente leggevo la home della pagina facebook con le notizie delle altre pagine a cui ho messo mi piace… poi ho notato questa notizia che finora mi era sfuggita: il braccialetto “IO NON MI PERDO” per ritrovare i genitori dei bambini che si sono smarriti in spiaggia… e leggo anche che questo bracciale è appoggiato dall’associazione Balneari del Lido di Camaiore, in Versilia, cioè dove vado io… ma io non l’ho mai notato finora in spiaggia questo braccialetto! Così contatto i creatori e li incontro a Notte Lido Blu dove me ne danno uno per Dede.. così lo provo per voi, perchè mi sembra un’idea originale, utile e carina.. e voglio aiutarli a diffondere la notizia!

da1190e4fc0e11e2805c22000a9e0290_7

Praticamente è un bracciale di gomma, di varie misure, con scritto il nome del sito http://www.iononmiperdo.it/, un codice e un qr code che è quel codice che si legge con l’applicazione dello smartphone e ti riporta a un certo indirizzo web…

DSCN3751

Come funziona?

Una volta in possesso del braccialetto si va sul sito internet e ci si iscrive mettendo i nomi dei genitori, numero di telefono di casa, cellulare e indirizzo; a questo punto associamo all’iscrizione dei genitori il o i braccialetti (per chi ha più di un bambino) inserendo il codice segnato sul braccialetto e la password che vi danno insieme al braccialetto (quindi cosa importantissima quando avete il braccialetto: non perdete la password per l’iscrizione!)..

Mettete il braccialetto al bimbo che si può bagnare e sporcare.. quindi perfetto per la spiaggia… a Dede piace anche un sacco!

DSCN3808

Se il bimbo mentre voi vi appisolate o siete distratte a guardare l’altro bimbo o chissà cos’altro, (bastano pochi secondi, vi girate e lui è sparito attratto dalla doccia o dagli aquiloni) si allontana e non ritrova più il suo ombrellone e i suoi genitori si metterà a piangere suppongo e qualcuno lo troverà (sperando sempre che non sia un malintenzionato).. chi lo trova non può sapere a chi appartiene il bimbo perchè questo piangerà urlando mamma e non dirà niente altro.. chi lo trova allora può semplicemente usare l’app per leggere il qr code oppure andare sul sito e digitare il codice che trova sul braccialetto e così leggerà subito i numeri dei genitori per chiamarli e avvertirli…

DSCN3755

é chiaro che ci vorrebbe più informazione su questo braccialetto per far sì che almeno tutti i bagnini sappiano della sua esistenza e di come si utilizza, perchè capite bene che se lo trova una persona non troppo sveglia e con un vecchio cellulare non può aiutarlo… ma sono sicura che la notizia si spargerà presto… e qualcuno con uno smartphone si trova sempre… credo che solo mia mamma abbia un vecchio cellulare con lo sportellino!

DSCN3756

L’idea è venuta ad un architetto che in vacanza al mare sentiva continuamente annunciare al megafono lo smarrimento di qualche bambino..

Immagino la disperazione dei genitori in quei minuti di panico in cui non sapevano dove cercarlo e poi la gioia quando finalmente lo ritrovavano pochi bagni più in là…

In alcuni stabilimenti balneari di Lido di Camaiore lo regalano a tutti i bambini clienti.. e mi sembra una buona cosa! Altrimenti lo potete richiedere online.

 

P.S. Chiaramente il braccialetto non segnala ai genitori la posizione del bambino e non salva dai malintenzionati (che purtroppo esistono).. i bambini vanno SEMPRE tenuti sotto controllo per tutti i pericoli che ci sono in giro..