giovedì 31 ottobre 2013

Dolcetto o scherzetto

È halloween e oggi pomeriggio Dede andrà a fare dolcetto o scherzetto qui nel mio paesino insieme alle cuginette...alla zia e alla nonna... E io non ci saró, saró in ufficio... Non potró vestirlo e prepararlo.. Non potró fargli le foto.. Ma le farà mia sorella... Spero solo di poterli raggiungere quando usciró, sempre che non abbiamo già finito... Magari sento se posso uscire mezzora prima... Magari il mio tutor mi dice di si.. Ma dovró abituarmi a queste situazioni... Chiedere permessi per poter vedere il mio bambino che fa qualcosa di importante... 
Mmm....

sabato 19 ottobre 2013

Eccomi qua

Esisto ancora.. non preoccupatevi..

Ah scusate per tutte queste pubblicità. è una storia lunga … e non pensavo neanche che sarebbero state così tante sinceramente…

è sabato pomeriggio e ho un’oretta di tempo mentre Dede dorme.. ma devo essere veloce perchè devo fare altre mille cose, ovvero tutte quelle che durante la settimana non posso fare…

Se volete seguire le mie vicende l’unica cosa che riesco ad aggiornare è instagram… con qualche foto ogni tanto dove racconto qualche evento della giornata…

image

Tipo che devo tradurre la mia presentazione della tesi in inglese perchè il prof va all’estero e vuole esporla a un convegno… e questa notizia, anche se non è nulla, mi ha dato parecchie soddisfazioni… Qualcuno la vedrà.. magari poi resterà tutto lì.. però almeno qualcuno interessato a quello che ho fatto l’avrà vista… e poi lasciatemi un piccolo sogno chiuso in un cassetto che a qualcuno interessi veramente e me la facciano tradurre tutta e poi magari diventa un libro.. Questo non accadrà mai, ok, ora mi do un pizzicotto e mi sveglio. Ma mi piace tanto sognare. E sogno di andare io all’estero a esporla… magariiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Qualcuno dice che ho questa fissa che sogno di diventare famosa. Oh ma non si sa mai. E poi sognare è gratis. E fa bene alla salute. E migliora la propria produttività. Quindi lasciatemi sognare… : )  Che mondo sarebbe senza sogni?

Poi al lavoro tutto bene… ho già fatto un sacco di ore. Davanti a un computer. E infatti voglio comprarmi un mouse speciale, (per evitare la tendinite) ma costano troppo. Quindi se qualche ditta di mouse legge questo post e vuole una bella recensione mi contatti e mi invii il mouse che provvedo. : )  Sennò mi tocca aspettare babbo Natale. Per il resto mi sono ambientata e mi piace quello che faccio, che è quello che ho studiato. E cose grosse che da altre parti non si vedono. Quindi sono proprio contenta. E poi è vicinissimo a casa e questo vale tantissimi punti!

Dede sta bene.. stamani mi sono accorta di quanto è cresciuto: è più alto del tavolo di cucina! E ormai i paracolpi dell’ikea (quelle manine attaccate agli spigoli) non gli servono più perchè è alto, e riesce a vedere cosa c’è sul tavolo e a prendere le cose senza salire sulla sedia. Mamma mia questa cosa mi ha lasciato senza parole.

A scuola ci va moooolto volentieri. E ha una nuova fidanzata. Bionda, carina. Ha imparato subito tante canzoni nuove e come si mescolano i colori per ottenerne altri.

Il pomeriggio sta con mia mamma, e si comporta bene. Stanno bene insieme e si divertono. E si vogliono tanto bene. E io sono tranquilla. Di solito arrivo a casa verso le 18.45…. perchè ho chiesto di entrare mezzora prima per uscire mezzora prima…altrimenti arriverei dopo le 19.. Ma all’ora di pranzo lo vado a prendere a scuola e stiamo insieme tutta la mia pausa pranzo, così mi racconta della sua giornata a scuola. E poi la sera appena arrivo stiamo di nuovo insieme, gli faccio il bagnetto e prepariamo insieme la cena. E poi aspettiamo il weekend.. che è  tutto per noi!

E insomma eccomi qua. Sono contenta.

Pensate che io abbia finito di studiare??? Eh no! C’è l’esame di stato tra poco… e poi devo già seguire un corso di aggiornamento… pensa un pò… mi sa che dovrò studiare tutta la vita per tenermi aggiornata!

Non ho ancora deciso cosa farò di questo blog.

E non so ancora quando farò il mio meritatissimo viaggio di laurea/nozze/vacanze 2013 che ho rimandato. Spero in un futuro non troppo lontano.

Vi sono mancata?

sabato 12 ottobre 2013

tic tac…

56.. le ore che ho già lavorato in quello studio..

mi chiedo come farò a tenere aggiornato questo blog… dovrei forse chiuderlo???

Il tempo è quello che mi manca.. devo incastrare tutto e tempo per il blog sinceramente non so quanto me ne resterà…

Comunque per ora mi sono trovata bene, faccio quello per cui ho studiato in questi anni… Diciamo che preferirei un orario un pò diverso, tipo iniziare prima la mattina per uscire prima la sera.. che già io ho chiesto il permesso di entrare mezzora prima il pomeriggio per uscire mezzora prima la sera… che mezzora sembra poco ma per me è un sacco di tempo! vuol dire arrivare a casa un quarto alle 7, fare la doccia a Dede, preparare la cena e mettere in ordine.. e mi è andata bene che devo solo fare 10minuti di macchina (se non c’è traffico).. che è un punto a favore da non sottovalutare dato che c’è chi si fa dalla mezzora a un’ora di viaggio..

Forse ci vorrebbero giornate più lunghe… per riuscire a fare più cose..

Adesso devo salutarvi purtroppo perchè ho da fare altre cose prima che si svegli il piccolo Dede e poi usciamo a fare una passeggiata.. se non mi addormento!!! : )

ciao ciao!

venerdì 4 ottobre 2013

Mamma lavora

Secondo giorno.
"Ma ti sei laureata ieri l'altro e già sei a lavoro?"
Ebbene si, ho iniziato subito.. Ho voluto iniziare subito.
Adesso sono sul divano..la mia pausa pranzo..
E stasera vado a festeggiare la mia laurea con i miei amici!
Ieri sono arrivata a casa alle 18.45... Dede era tranquillo, stava giocando con le sue cuginette e anzi si è messo a piangere quando l'ho portato a casa.. 
Per ora prosegue tutto bene...
Grazie a tutti per gli auguri e le congratulazioni..
Il nuovo capitolo è iniziato e ci sono già dentro!

mercoledì 2 ottobre 2013

Mamma laureata

Mamma studia, o mamma Cì, come mi volete chiamare, ce l’ha fatta!

E ieri si è concluso un lungo cammino…che apre le porte ad uno nuovo!

Vorrei scrivere qualcosa di bello per trasmettervi tutte le emozioni che ho provato ieri.. ma non trovo le parole.. forse devo ancora realizzare.

Posso dirvi che all’inizio ero un pò agitata, non volevo fare una figuraccia.. ma il professore mi ha detto: “Mi raccomando concentrati su quello che vuoi dire, comincia presentandoti e presentando la tua tesi e vedrai che il resto verrà da sè..”

E infatti così è stato.. all’inizio tremavo, mi tremava anche la voce… poi sono partita e sono andata bene, così mi hanno detto. Anche se ho sofferto un caldo! E avevo pure la gola secca..

94c610922a8911e3ada222000a9f3cf6_7

Dopo circa 20 minuti ho finito e ho sentito un grande applauso. Per me. Ma come faccio di solito non ho alzato gli occhi per guardare. Perchè sono timida.

1380764_10202293327519090_331318614_n

Tutta la mia famiglia era lì, con me, a sostenermi: mio marito con Dede in braccio che mi faceva le foto con il cellulare, i miei genitori con gli occhiali per vederci meglio, orgogliosi come non mai, mia sorella con le due bimbe di 4 e 5 anni che giocavano in terra con le macchinine di Dede, i miei suoceri che aspettavano questo momento anche loro con gioia, mia cognata che è venuta apposta da Roma per assistere alla mia presentazione, la nonna di mio marito che ci teneva tanto a vedermi..  poi c’era qualche mio amico dell’università.. ed è venuta pure la mia amica di babytalk.it con la sua neonata..

1380073_10202293331199182_1203586347_n

e poi me l’ha data in braccio..così, come vedete nella foto..con quella bocca a cuoricino adorabile.. e Dede voleva levarle i calzini e rimetterli come a una bambola.. e io ho pensato che avrei dovuto tenere in braccio un altro neonato ieri, che doveva essere presente a questo giorno così importante.. con il suo fratello più grande che gli levava i calzini e gli dava i bacini.. e con le cuginette che lo ammiravano come un bambolotto desiderato con cui poter giocare.. e penso che quelli che lo sanno e che mi hanno vista così, vestita da laureanda, con quella piccola e graziosa neonata in braccio e con Dede accanto, hanno pensato la stessa cosa. Anche se non mi hanno detto nulla.

Forse era lì con me anche la mia stellina.

Io non l’ho dimenticato.

Ci penso spesso.

Forse ogni giorno.

Ci penso ogni volta che entro in camera di Dede e vedo il suo vecchio lettino. Ancora lì. Che funge da contenitori di pupazzi. Ancora non l’ho smontato ma dovrei, così Dede avrebbe più spazio. E poi quell’armadio immenso, ancora nuovo, composto da 3 parti: una per Dede, una per i cappotti di mamma e papà, e l’ultima mezza vuota, con gli asciugamani e le cose di Dede che non usa più.

E niente.. stamattina mi sono alzata presto e ho portato Dede a scuola come ogni mattina.

Ho fatto vedere la foto di ieri alla maestra che mi ha fatto le congratulazioni.

Ho messo a posto la casa, ho levato i libri e i quaderni dalla libreria lasciando le normative e le mie 2 tesi.

Poi ho cambiato sul mio profilo Lin kedin la mia formazione, ovviamente.

Poi ho scritto qui, per voi, per me.

E domani comincio a lavorare.

è un tirocinio post laurea, e non è obbligatorio, ma mi hanno offerto questa possibilità e mi è sembrata una buona occasione da non perdere che serve per il mio curriculum, per la mia formazione, e anche per me perchè è veramente un bello studio, grande e fanno cose per me interessanti. Sono stata fortunata, sennò che facevo domani??? : )

Non potete capire da quanto tempo aspettavo questo momento.

Spero di trovarmi bene.

1381383_10202293414921275_1013297924_n

E così si aggiunge una nuova statuetta delle torte alla mia collezione:

1d71ad282b3611e3809922000ae911bb_7